Eventi

Javier | Piero Pompili Mostra Costellazioni ricordando Dante dedicato a Arturo Swartz

COMUNICATO STAMPA Javier e Piero Pompili Mostra COSTELLAZIONI ricordando Dante dedicato a Arturo Swartz → Nell’ambito delle Manifestazioni culturali patrocinate e promosse dalla Regione Lazio nell’Estate Romana, Giovedì 29 Luglio 2021, curata da Francesco Ruggiero e coordinata da Vittorio Ciardo, si inaugura nello Spazio Espositivo ACCADEMIE di Roma in Via Orti d’Alibert 30, la Mostra COSTELLAZIONI ricordando Dante, con una selezione di Opere fotografiche realizzate da Piero Pompili che si modulano e affiancano le Opere di Scultura di Javier, nella Esposizione, tutt’ora in corso, che verrà prorogata per l’occasione a Venerdì 6 Settembre 2021. In contemporanea l’Artista esporrà Opere fotografiche allestite presso la Galleria di Arte Contemporanea di Foqus, nel Cinquecentesco Chiostro dell’ex Istituto Montecalvario, sede della Fondazione Quartieri Spagnoli situata all’interno della Corte dell’Arte, nel cuore del Centro storico di Napoli.

Nell’Anniversario del 700° della morte di Dante Alighieri ci inoltriamo traghettati tra la visione universale ordinata e ideata con le Opere di Scultura dall’Artista Javier e quella particolare delle immagini fotografiche realizzate da Piero PompiIi, che dalle periferie romane ai quartieri spagnoli di Napoli, rianima e documenta tra delitti e castighi, un vero e proprio Purgatorio umano in una selva oscura di Anime inquiete che sembrano mostrarsi tra le immagini visionarie di Blake, a interpretare il Purgatorio attraverso la fotografia. Il Maestro Javier, con le sue Sculture … trasforma i volumi delle pietre in archetipi amplificatori dell’energia infinita di vita, nascosta in ogni anfratto infinitamente interno dello spazio naturale, onde possano giungere a noi, da quei portali, echi di innumerevoli mondi, che rimarrebbero chiusi e sconosciuti per sempre se l’Artista non facesse breccia in tale ignoto, per creare quel ponte che potrà un giorno portare verso quei mondi, ad assaporarli e rendere la vita sempre più viva. Non è fantasia ciò che affiora allora dallo sguardo all’Anima contemplante, bensì promessa di novità che sazi la sete di guardare, odorare, gustare, toccare per salpare, Anime salve destinate al Purgatorio, ancora più oltre verso nuove interezze più grandi e forti, ogni volta perfettamente perfette

Piero Pompili illustra e incide ritratti e icone, di luci e ombre di Anime. Anime che affollano hinterland, periferie, palestre, carceri, … come scolpite nel marmo, anatomie di moderni gladiatori, ciascuno immerso nel proprio Calvario in Terra, lontani dal glamour. I soggetti di Pompili sono i volti e le situazioni di quell’umanità suburbana composita di persone a cui resta intatto un codice di caotica genuinità. L’Artista non ama stare lontano dalle cose, vuole ridurre le distanze. Il suo è uno sguardo che taglia, inquadra e scontorna le situazioni con la felicità di un Pittore, lavora d’intuito, non lavora come si dice …  sui provini. È proprio la sua mano che incide le immagini a maturazione, anzi, le sue gambe, secondo il pensiero di Henri Cartier-Bresson … Il miglior obiettivo sono le gambe … sosteneva … ti allontani, ti avvicini. E, ha esposto Enzo Siciliano … la sua poesia nasce da un’ottica paragonabile: dalla fisiologia dell’esistenza, dal dolore che il corpo dell’uomo esprime o dalla gioia vitale di cui trasuda; e anche dal bisogno di scavare una verità possibile nel luogo che ci fa vivi.

La Mostra si inaugura Giovedì 29 Luglio 2021 alle ore 18.30 con l’esecuzione di Arie d’Opera tratte dalla Carmen di Georges Bizet della Cantante Lirica Salvina Maesano. L’Esposizione rimarrà aperta ai visitatori fino a Lunedì 6 Settembre 2021. Ingresso per prenotazione on line nel rispetto delle condizioni di sicurezza indicate dalle vigenti Norme antiCovid Anche per questa occasione verrà realizzato il Docufilm della Mostra

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *