Eventi

SALVATORE PROVINO auguri Maestro


 


 

… Il mio primo quadro Un angolo a Bagheria del 1958 l’ho dipinto con l’olio d’oliva perché mi avevano detto che si poteva dipingere con l’olio. Allora ho rubato l’olio dalla giara di mio nonno e ho dipinto con quell’olio un quadro che però non si asciugava mai e solo ultimamente si è seccato. E comunque ho avuto questa grande opportunità. Nel frattempo continuavo a dipingere e per me era già una cosa importantissima. In quel periodo studiavo l’inglese ma non avevo il dizionario per poter fare le traduzioni per cui Salvatore per me si traduceva Toty. In Sicilia mi chiamavano Totuccio, Totò, Turiddu e pensavo bastasse mettere solo la y lunga, come in inglese. Invece la traduzione corretta di Salvatore in inglese era Savior, ma io l’ho saputo molto tempo dopo per cui i miei primi quadri sono firmati Toty Provino per dare un tocco di internazionalità. Il bambino che cerca di essere grande

SALVATORE PROVINO Un angolo a Bagheria 1958 olio su masonite cm 25 x 13,5

SALVATORE PROVINO Ascensione 2020 olio su tela cm 180 x 100

 


SALVATORE PROVINO opere 1958 – 2020

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *