Eventi

GIANPAOLO BERTO e PIERGIORGIO MAIORINI manipolazioni


Gli Artisti Gianpaolo Berto e Piergiorgio Maiorini da sabato 29 giugno esporranno le loro Opere nella Galleria di Roma QuadraRum Art Gallery in Via Attio Labeone, 15. La Mostra rimarrà aperta fino a venerdì 12 luglio 2019. Gianpaolo Berto espone le sue Opere realizzate con la tecnica del collage … organo fattuale della realtà, reo di  manipolazioni di un meno noto dato immateriale, il quale, di volta in volta, attraverso aggregati atomici, si disfa e si fa, ciclicamente, cosa materiata. Una cosa che, tuttavia, in un dato momento storico, e quindi culturale, può essere riconosciuta dotata di valore, secondo un consesso di specialisti. Fare una cosa equivale implicitamente a fissare un moto. E un moto è un atto costituito da una durata. L’Artista/Artefice fissa il moto in una durata permanente, un moto divenuto infinito attraverso una materia resa simbolicamente irriducibile da un’immaginazione operativa. Una simbolizzazione della materia finalizzata, nella sostanza, a rinnovarla rendendola partecipe della soggettività del manipolatore, infondendole una passeggera identità. Si potrebbe ipotizzare che la materia ottiene un carattere inedito, accantona la cieca commistione al destino della sua inevitabile consunzione│consumazione, e subentra e condivide, influenzandolo, il destino culturale della comunità. L’oggetto viene traslato in un elemento culturale che oggi reclama, e reclamerà, esclusive e imprevedibili direzioni. A fianco del Maestro Gianpaolo Berto espone l’Artista Piergiorgio Maiorini installando in Mostra Opere … frutto della sua continua ricerca dell’Armonia delle forme, realizzate con una giustapposizione di elementi che, pur non fondendosi, si uniscono a formare un tutto armonico. Questa sua ricerca inizia con il reperimento dei materiali, quelli preferiti per modellare le sue Sculture, tratte da apparecchiature del nostro mondo industrializzato, si sviluppa con l’individuazione dell’elemento portante della composizione, prosegue con la scelta del suo posizionamento, si completa con la introduzione di accessori di contorno e si conclude con la realizzazione della base e dell’attacco a terra più adatti a valorizzare il complesso. Ne scaturiscono composizioni cinetico/meccaniche senza alcuna funzione, se non quella ludico/estetica; nella inutilità di tali composizioni l’Architetto Maiorini individua lo spazio di gioco nel quale muoversi in completa libertà e dal quale forse, ma non necessariamente, può scaturire l’utile: quale piacere dell’osservazione e del contatto, essendo quest’ultimo necessario per individuare quali parti della composizione stessa possano essere messe in movimento. Tolti dal loro contesto originario e spogliati della loro primitiva funzione gli elementi tecnico-meccanici, rimontati su nuovi supporti, mantenendone la caratteristica cinetica, ove presente, acquistano una loro spazialità ed una potenzialità espressiva. Piergiorgio Maiorini non è un Artista che lavora per minimalismi. Le sue realizzazioni sono ricche di elementi i più svariati e di colori intensi e decisi; la tecnica è matura ma non trascende mai a compromettere la piacevolezza dell’immagine con inutili sperimentalismi. Alla Inaugurazione del 29 Giugno dalle ore 18.00 sono previsti gli interventi di Cinzia Baldazzi, Donatella Cali’, Maurizio Pochesci e a seguire il reading poetico Omaggio a Gianpaolo Berto. Apre la Mostra la Cantante Lirica Salvina Maesano che eseguirà Arie d’Opera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *